NOTA INFORMATIVA FONDO DI SOLIDARIETA’ (ex FSTA) TRASPORTO AEREO Riunione del 29 novembre 2017

Ricordiamo che la precedente seduta del 24 ottobre non si tenne causa mancanza numero legale.

A inizio riunione sono stati approvati i verbali delle precedenti sedute.

Di seguito il presidente ha richiesto se vi fossero argomenti da inserire all’ordine del giorno avendo anche avuto indicazione da Inps che per casi specifici è opportuno arrivino all’Ente le richieste alcuni giorni prima del comitato in modo da poter preparare la documentazione necessaria.

Inps ha poi illustrato la situazione finanziaria suddivisa tra attività del fondo dalla sua nascita, riferita al periodo del nuovo fondo di solidarietà ( dal 1 gennaio 2016) e in corso d’anno.
I dati che più interessano per la vita del Fondo e la sua sostenibilità finanziaria chiariscono che il Fondo è in grado di far fronte a tutte le erogazioni previste allo stato.
Dal 1 gennaio 2016 si sono avute entrate per circa 350 mln di euro e prestazioni erogate per circa 215 mln.
Nel corso del 2017 le entrate ( però ferme a maggio/giugno ) sono state circa 115 mln e le uscite circa 100 mln.
Il residuo di cassa del Fondo dato dalla differenza tra l’attuale disponibilità di cassa ( al netto di altri utilizzi previsti da legge) ed il deliberato deciso ma non ancora erogato, assomma a circa 290 mln di euro.
Si è poi dato avvio alla votazione delle delibere di erogazione sia riferite al vecchio fondo Fsta ( iter per varie ragioni arrivati a conclusione solo oggi), delibere di richiesta di cassa, di mobilità, di Naspi, di integrazione di durata ( biennio ), di reiezione.
Nella tabella in fondo alla note trovate tutte le delibere di derogazione approvate.
Il comitato ha quindi affrontato alcuni temi richiesti ad inserimento dell’OdG.


  •  Alitalia pagamento Cigs. Come noto il decreto del fondo di solidarietà impedisce alle imprese di anticipare la quota a carico del fondo ( come invece avveniva con il vecchio fondo) mentre può anticipare la prestazione “ base “ di cassa. Una decisione che contestammo allora e che avvenne su esplicita richiesta di Inps. Le cui conseguenze sono adesso evidenti. In pratica Alitalia, come le altre aziende, non può anticipare ed Inps ha dovuto approntare procedure e iter informatici prima non esistenti. Il tutto ha generato fortissimi ritardi.

 Abbiamo richiesto, presente la componente del Ministero del Lavoro nel Fondo, di ripensare a questa norma che ha creato e creerà solo danni ai lavoratori senza alcun beneficio per altri.
In ogni caso, dopo molta sollecitazione ed approfondimento, Inps ha chiarito che ha concluso tutto l’iter di accertamento e che da settimana prossima inizieranno le erogazioni per Alitalia sia volo che terra.
 L’invito a tutti i lavoratori interessati e atteso un lasso di tempo di verificare sia gli importi che nel caso la mancata erogazione.

  •  E’ stata per l’ennesima volta ripreso il problema della mancata visibilità sull’estratto conto contributivo personale dei contributi versati da Inps per il periodo di erogazione del biennio. 


Ripetiamo ancora per l’ennesima volta che i contributi sono a carico del fondo, calcolati ed approvati nelle relative delibere, e che quindi non vi è alcun problema.

La criticità sta tutta nel ritardo Inps di inserirli nell’estratto conto in modo che il lavoratore li possa vedere e verificare. Questo sta determinando problemi per coloro che maturano il diritto a pensione ma che non li vedono ancora attribuiti.

 Abbiamo quindi richiesto di risolvere questo problema che , spesso a causa di informazioni sbagliate date proprio da sportelli locali Inps, ingenera confusione.
Per ovviare a lungaggini dovute all’approntamento di procedure specifiche informatiche, anche per carenza di personale, abbiamo chiesto che Inps, nelle modalità più semplici, dia una propria corretta e veritiera informazione sul problema alle persone interessate.
 Da ultimo abbiamo elencato una serie di società in fase di verifica della regolarità della domanda ma su cui è opportuno si torni nella seduta successiva.
Oltre alle delibere riportate sotto, per ragioni diverse ( domanda arrivata oltre i 60 gg previsti, domanda con mancanza di requisiti, domande doppie, domande sbagliate e ripresentate corrette ) alcune delibere sono state oggetto di reiezione.
 Per ogni singola informazione l’invito è di scrivere alla nostra mail, meglio per ogni impresa affidando ad una sola persona il compito di delega.

La prossima riunione del Comitato è prevista in data 20 Dicembre.


Dipartimento Nazionale Trasporto Aereo Filt-Cgil





Categoria: