venerdì 20 luglio 2018

SINDACATI, ALTE ADESIONI SCIOPERO ADDETTI AI SERVIZI IN APPALTO FS

Roma 20 luglio - “Pienamente riuscito lo sciopero nei servizi ferroviari in appalto di pulizia, ristorazione e accompagnamento con percentuali di adesione con punte in alcune territori fino al 100%”. Lo affermano unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl TAF e Fast Mobilità riferendo di “presidi in molte stazioni tra cui Genova Principe, Milano Centrale e Garibaldi e Bologna Centrale”.

"Lo sciopero - ricordano le organizzazioni sindacali - è stato proclamato per l’affidamento dei lotti messi a gara con ribassi eccessivi, per la mancata applicazione delle clausole sociali e occupazionali, per i cambi continui delle imprese alle quali vengono affidati i servizi in appalto ed infine per l’esaurimento degli ammortizzatori sociali”. 

"Ora è necessaria - chiedono infine Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl TAF e Fast Mobilità - un’azione responsabile da parte di tutti i soggetti coinvolti. Il Ministero del Lavoro deve risolvere la questione degli ammortizzatori in scadenza e delle tabelle di costo. Al Gruppo Fs Italiane spetta la responsabilità di affrontare e risolvere il problema dei lotti al massimo ribasso ed alle imprese appaltatrici del settore il rispetto dell'applicazione della clausola sociale e contrattuale”.

giovedì 19 luglio 2018

20 LUGLIO, SCIOPERO NAZIONALE DEL PERSONALE DEGLI APPALTI FERROVIARI

Roma, 19 luglio 2018 - La Segreteria Regionale di Roma e del Lazio, negli ultimi mesi ha denunciato già volte al gruppo Ferrovie dello Stato la profonda crisi di alcune aziende nella nostra Regione e che coinvolge il settore degli appalti ferroviari, sia per quanto attiene la pulizia dei materiali rotabili, la pulizia e decoro delle stazioni, le palazzine compartimentali, i ferrotel, il servizio disabili, i servizi ristorazione e accompagnamento notte.

In particolar modo si lamentano le seguenti problematiche:

  • Affidamento dei lotti messi a gara al massimo ribasso.
  • Cambi continui delle imprese alle quali vengono affidati i servizi.
  • Mancata applicazione delle clausole alle quali vengono in palese violazione del dlgs 50/2016 e s.m. e del CCNL.
  • Esaurimento ammortizzatori sociali introdotti dal D.L.148/2015.

Queste le principali cause che stanno mettendo a rischio circa 200 posti di lavoro nel Lazio si circa 1600 addetti che, lavorando con grande professionalità in oltre 30 Società quotidianamente garantiscono:

  • Assistenza ai clienti con ridotta mobilità;
  • Servizi di ristorazione a bordo treno;
  • Servizi di bordo dei treni notte;
  • La pulizia e il decoro di Grandi e piccole stazioni ferroviarie del Lazio;
  • La sede del Ministero dei Trasporti di Villa Patrizi;
  • La pulizia di tutto il materiale rotabile.
Come da verbale di riunione del 17 luglio, l'incontro svoltosi al Ministero del Lavoro dalla Segreteria Nazionale con il Gruppo FSI, gli impegni più volte espressi al tavolo purtroppo non si sono realizzati con atti concreti per garantire le necessarie e indispensabili tutele richieste con forza dalle Organizzazioni Sindacali Nazionali.

Per questi motivi sopra elencati, la segreteria nazionale ha conferito a livello unitario, esclusa la Salpas Orsa, una prima azione di sciopero nazionale, del personale dipendente di tutte le aziende che operano negli appalti ferroviari, proclamata per il giorno 20 luglio 2018.

La Segreteria Regionale Roma Lazio

COMUNICATO, SCIOPERO COTRAL S.p.A GIOVEDÌ 26

Roma, 19 luglio 2018 - Cotral S.p.A, grazie all’impegno profuso dai lavoratori ed al contributo delle Organizzazioni Sindacali firmatarie dell’asa 21.02.2017 è riuscita a strutturare un ambizioso progetto di risanamento, trasformando un’azienda in crisi e con un buco di bilancio di milioni di euro, in una realtà solida, stabile e con i conti in ordine.

Tuttavia, proprio a fronte del conseguimento di un importante utile, ormai consolidato, l’azienda decide inspiegabilmente di non rendersi disponibile alla risoluzione delle seguenti evidenti criticità derivanti da un’interpretazione unilaterale ed un’applicazione non conforme degli accordi sottoscritti:
  • TURNI NON IN LINEA CON I CRITERI STABILITI NELL’ASA 21.02.2017 E SUCCESSIVI;
  • OBBLIGO DI EMISSIONE VERBALI A BORDO CON RISCHIO DI RIPERCUSSIONI SULLA REGOLARITÀ E LA SICUREZZA DEL SERVIZIO;
  • COMPORTAMENTI UNILATERALI SULLA GESTIONE DEL PERSONALE NELL’AMBITO DELLA DISCIPLINA E DEI TURNI MANSIONE;
Riteniamo che attuale condizione sarebbe “facilmente risolvibile” se l’azienda decidesse di ristabilire le corrette Relazioni Industriali a partire dai livelli locali.

Prendendo atto della indisponibilità di Cotral S.p.A ad attuare un responsabile cambio di passo più volte sollecitato, le OO.SS. si vedono costrette ad indire una prima azione di sciopero per il prossimo 26 luglio.

Le Segreterie Regionali Filt Cgil – Fit Cisl - Uiltrasporti

CCAL ITALO: SONO SOLO BARZELLETTE

Roma, 19 luglio 2018 - Nella giornata di ieri abbiamo ricevuto diverse richieste di chiarimento, da parte dei lavoratori di Italo-NTV, relativamente ai contenuti del nuovo sistema contrattuale applicabile al personale dipendente non dirigente della società Italo-Ntv S.p.A..

Ribadiamo che tale sistema contrattuale, è costituito dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro della Mobilità – Area Contrattuale Attività Ferroviarie – del 16 dicembre 2016 (Ccnl Maf) e dal Contratto Collettivo Aziendale di Lavoro (Ccal) di Italo-Ntv Spa ed è decisamente migliorativo degli attuali trattamenti economici e normativi.

Il Ccal Italo-Ntv 13 luglio 2018, per quanto attiene le norme di impiego, conferma i contenuti del Contratto Aziendale Ntv del 25 luglio 2011, migliorandoli così come integrati dall’accordo nazionale del 21 gennaio 2016. Il Ccnl della Mobilità Attività Ferroviarie regola, invece, tutta la parte generale come, ad esempio, i “diritti” e lo “svolgimento del rapporto di lavoro”.

Nel suo complesso il trattamento previsto dal nuovo sistema contrattuale è MIGLIORATIVO rispetto alle ATTUALI condizioni ma non lo dicono: Perché? E’ grottesco che l’unica organizzazione sindacale che ha firmato un contratto di lavoro con la società Sncf Voyages Italia (che abbiamo già segnalato al Cnel per i suoi molteplici contenuti negativi), seguiti a disinformazione e proponendo (come spesso accade) soluzioni impraticabili: la riapertura del confronto.

E’ stravagante che, sempre la stessa organizzazione che afferma che non è possibile che Hostess e Steward abbiano una prestazione di 11 ore giornaliere 8 volte al mese e 12 ore giornaliere 5 volte al mese, abbia dimenticato di aver sottoscritto un contratto che, per le medesime attività, prevede: “La durata massima del periodo di lavoro giornaliero programmato è pari a 13 ore, elevabili fino a 14 ore per servizi programmati di andata e ritorno”.

Ci dispiace ma così si fa corretta informazione. Sono solo barzellette! Se i lavoratori di Italo-Ntv vogliono che il loro rapporto di lavoro sia regolato dal Ccnl Mobilità Attività Ferroviarie come previsto dal Ccal Italo-Ntv, devono votare SI al referendum.

Le Segreterie Nazionali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Fast-Confsal

martedì 17 luglio 2018

SCIOPERO ADDETTI DEI SERVIZI IN APPALTO GRUPPO FS ITALIANE

Roma, 17 luglio 2018 - "Confermato lo sciopero nazionale di venerdì 20 luglio 2018 di tutti gli addetti dei servizi in appalto del Gruppo Fs Italiane". Lo riferiscono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl TAF e Fast Mobilità al termine della riunione al Ministero del Lavoro con Fs italiane e le aziende appaltatrici spiegando che "a seguito delle risposte insoddisfacenti non è stata trovata nessuna soluzione per la gestione della crisi del settore". "Lo sciopero - spiegano - che interesserà, garantendo le prestazioni indispensabili, per mezzo turno di ogni turno di lavoro gli addetti alla pulizia a bordo treno ed a terra, alla ristorazione, alle attività di micro manutenzione, all'assistenza delle persone con ridotta mobilità e all'accompagnamento notte, è stato proclamato per dell'affidamento dei lotti messi a gara con ribassi eccessivi, per la mancata applicazione delle clausole sociali e occupazionali, per i cambi continui delle imprese cui vengono affidati i servizi in appalto ed infine per l'esaurimento degli ammortizzatori sociali".

Fonte ANSA

sabato 14 luglio 2018

SASSI CONTRO BUS DELL'ATAC, LA SOLIDARIETÀ DELLA CGIL

La FILT CGIL di Roma Centro Ovest Litoranea e la CDLT CGIL Roma Centro Ovest Litoranea esprimono la massima solidarietà ai Lavoratori di ATAC dello stabilimento di Acilia per il vile attacco con lancio di sassi alle vetture aziendali in transito ad Ostia Antica nelle prime ore di questa mattina.

Troppo spesso il personale front-line di Atac è vittima di tali episodi, che quasi sempre producono danni fisici ai Lavoratori oltre che alle vetture, beni di tutta la comunità.

L'estremo disagio socio-economico che caratterizza le periferie romane non può trovare giustificazione alcuna rispetto a tali deprecabili episodi.

Qual'ora venissero appurate dirette responsabilità, con individuazione dei responsabili. riteniamo doveroso che Atac S.p.A. si costituisca parte civile contro gli autori dell'attacco criminoso perpetrato nella giornata odierna.

Il Segr. Gen. FILT CGIL Roma C.O.L. Guido Rossi

venerdì 13 luglio 2018

COMUNICATO FILT CGIL, IPOTESI DI ACCORDO CONTRATTO PER 1100 ADDETTI ITALO

É stata siglata l’ipotesi di accordo afferente il contratto di secondo livello della società Italo Ntv spa.

L’ipotesi succitata norma, secondo quanto disposto dal CCNL Mobilitá area contrattuale Attività Ferroviarie, le specificità del lavoro per tutto il personale dipendente esclusi i dirigenti.

Il valore del tabellare raggiunto con la sottoscrizione contrattuale è mediamente di €120,00  riparametrati per parametro.

Vengono riconosciuti inoltre in pagamento ad agosto e settembre:
€600,00 una tantum, identica per tutto il personale, pagata nel mese di agosto 2018;
€800,00 di superpremio, identico per tutto il personale, pagato a settembre 2018.

Da lunedì e per tutta la prossima settimana saranno svolte le assemblee per tutto il personale:

Lunedì 
Torino Napoli

Martedì 
Milano

Mercoledì 
Roma 

Giovedì 
Firenze Bologna 

Seguirá comunicazione ufficiale con orari e luoghi.

Come garantito durante le precedenti assemblee, questa ipotesi di accordo verrà sottoposta al parere di tutti i lavoratori per mezzo dello strumento referendario, che si svolgerà nei giorni 24-25-26 luglio 2018.

Finalmente anche ai dipendenti di Italo sarà riconosciuta l’appartenenza al contratto collettivo di settore e quindi la stessa dignità dei colleghi delle altre imprese ferroviarie.

FILT CGIL