venerdì 17 gennaio 2020

RINNOVATO CCNL SEZIONE SPECIFICA GESTORI AEROPORTUALI 120 EURO AUMENTO MEDIO


17 Gennaio 2020 - Dopo il rinnovo della parte generale del Ccnl di settore, avvenuta il 30 maggio 2019, oggi viene rinnovata la sezione specifica Assaeroporti scaduta il 31 dicembre 2016. Le scriventi sottolineano che il rinnovo, sottoscritto con l’associazione datoriale Assaeroporti che rappresenta tutte le società di gestione aeroportuale, interessa 32 aeroporti e circa 9500 addetti del settore ed avrà decorrenza dal 1° gennaio 2020 fino al 31 dicembre 2022. 

Sotto il profilo economico è previsto nel triennio un aumento salariale di 120 euro sul minimo tabellare (4 livello) da corrispondere in tre decorrenze (40 euro dal 1° gennaio 2020, 40 euro dal 1° luglio 2021 e 40 euro dal 1° luglio 2022) ed un “una tantum” di 1200 euro riferita al triennio 2017-2019 di vacanza contrattuale. 

A questi si aggiungono due giorni di ferie così distribuiti, uno per coloro con anzianità superiore ad un anno ed uno per coloro con anzianità superiore ai 10 anni (totale giorni 23), inoltre un contributo aziendale aggiuntivo di 10 euro da destinare alla cassa sanitaria di settore che le parti si sono impegnate a costituire, ed un 0,5% sulla previdenza integrativa che porterà tutti gli iscritti al Fondo di settore Prevaer ad un contributo aziendale del 2,5%. 

Nel contratto si sottolinea il miglioramento della clausola sociale al fine di tutelare l’occupazione, i diritti ed il salario dei lavoratori, e l’inserimento ex novo di un articolo dedicato agli appalti per arginare il fenomeno del Dumping contrattuale. 

Dal punto di vista normativo viene stabilito che per i contratti a termine il limite è quello stabilito dalla legge. I contratti con causale Stagionalità passano da 10 mesi a 9 sono stati normati come segue: sarà possibile utilizzare tale causale nei 7 mesi estivi più due nei rimanenti mesi, inoltre vengono introdotti dei limiti sulle percentuali di utilizzo inferiori al 35%. Vengono ridotti i tempi di richiesta dei congedi parentali fruibili a giornate e ad ore ed inserito il congedo per la paternità e per le donne vittime di violenze di genere. 

Innalzato al 100% il pagamento del congedo obbligatorio di maternità e sarà anticipato dall’azienda il trattamento spettante per infortunio, Inoltre per le malattie considerate invalidanti il periodo di comporto viene triplicato. Viene inserito il principio di una più equa distribuzione delle turnazioni per uniformare i carichi di lavoro. Inoltre i corsi di formazione saranno svolti durante l’orario di lavoro. Le parti infine attiveranno una commissione che nel corso dell’anno 2020 dovrà provvedere all’inserimento delle figure professionali non ancora presenti nell’inquadramento ed una revisione dei tempi di attestazione dei livelli. 

Segreterie e Dipartimenti Nazionali FILT CGIL FIT CISL UILTRASPORTI UGL T.A.

giovedì 9 gennaio 2020

INFORMATIVA RINNOVO CCNL SEZIONE SPECIFICHE ASSAEROPORTI

Roma, 9 gennaio 2020 - La riunione del giorno 08/01/2020 è stata utile per raggiungere un'intesa di massima su tutti quei temi che erano rimasti sospesi nei precedenti incontri.

Le parti si sono aggiornate al giorno 17 gennaio per consentire all'Associazione datoriale Assaeroporti di predisporre i testi che andranno congiuntamente verificati con tutte le delegazioni sindacali allargate.

A titolo esemplificativo ma non esaustivo i punti salienti sono:

1. Durata contrattuale dal 01/01/2020 fino al 31/12/2020;
2. Aumento contrattuale 120 euro al 4° livello;
3. Una tantum 1200 euro erogata in un'unica soluzione.
Inoltre elementi qualificativi sono:
clausula sociale, appalti, congedi parentali, comporto, aspettativa, mercato del lavoro, ferie, formazione, Prevaer, welfare e poliza sanitaria con impegno ad istituire la cassa sanitaria di settore.

Segreterie Nazionali
FILT CGIL - FIT CISL - UILTRASPORTI - UGL T.A.



martedì 7 gennaio 2020

ALITALIA: FILT CGIL, TUTELARE PERSONALE E INTEGRITÀ AZIENDA

Roma, 07 Gennaio 2020 - Cuscito, garantire servizio pubblico, incontro con Leogrande

"Un incontro al più presto col commissario Leogrande per capire come intende intervenire per adempiere al proprio mandato". Lo chiede su Alitalia il segretario nazionale della Filt Cgil, Fabrizio Cuscito, sottolineando che "per noi va tutelato tutto il personale e mantenuta l'integrità aziendale, comprese le attività di volo, manutenzione, handling ed information technology". "Gli ultimi due anni di commissariamento infatti - prosegue il dirigente nazionale della Filt Cgil - hanno messo in luce che la compagnia è sana e lo dimostrano l'aumento dei ricavi. Ora servono il rilancio e gli investimenti necessari per ampliare le attività".

"Bene - aggiunge infine Cuscito - ha fatto il commissario, in audizione alla Camera, a ricordare che Alitalia svolge servizio pubblico essenziale strategico per la mobilità del Paese ed è per questo che come Cgil abbiamo richiesto una presenza dello Stato nella nuova compagnia a tutela proprio dell'interesse pubblico".

Fonte ANSA

martedì 31 dicembre 2019

FILT CGIL: AUGURI DI BUON ANNO E BUONE FESTE!

Il Segretario Generale FILT CGIL Roma e Lazio Eugenio Stanziale e la Segreteria regionale dei trasporti augura a tutti i Lavoratori e le Lavoratrici un Buon 2020 ricco di diritti, lavoro e contro ogni tipo di discriminazione per una società migliore.


venerdì 20 dicembre 2019

FILT CGIL: SOTTOSCRITTO IL RINNOVO PER LE GUARDIE AI FUOCHI DEI PORTI

“Sottoscritto l’accordo di rinnovo del contratto nazionale delle Guardie ai Fuochi che interessa gli operatori del settore antincendio dei porti”. Lo riferisce la Filt Cgil, in merito all’intesa raggiunta
unitariamente a Fit Cisl e Uiltrasporti con Angaf (Associazione nazionale Guardie ai Fuochi), affermando che “è risultato importante, ottenuto grazie alla determinata mobilitazione di tutti i lavoratori che nei giorni scorsi hanno manifestato convintamente l’assoluta necessità di andare rapidamente al rinnovo del contratto nazionale di settore, quale strumento regolatorio per respingere il forte dumping che imperversa nel settore”.

“Il rinnovo contrattuale che decorre dal 1 gennaio 2018 ed avrà decorrenza sino al prossimo 31 dicembre 2020, prevede, in aggiunta ai 120 euro già erogati per il periodo gennaio 2015 - dicembre 2017, un riconoscimento una-tantum pari a 400 euro, a copertura del periodo 1 gennaio 2018 - 31 dicembre 2019, suddivisa in 200 euro a febbraio 2020 e 200 a settembre 2020”.

“Il rinnovo contrattuale - evidenzia la Filt Cgil - complessivamente vale annualmente 189 euro per la polizza sanitaria, come già istituita nel Ccnl dei Porti, e 36 euro per la pratica istituzione dell’Ente
Bilaterale, oltre ai 50 euro a regime per il 6° livello di inquadramento”.

“Entro il prossimo 15 gennaio - afferma infine la Filt Cgil - si terranno le assemblee dei lavoratori per sciogliere la riserva”.

mercoledì 18 dicembre 2019

ALITALIA, FILT CGIL: URGENTE PRESTITO DI 400 MILIONI, NO A RISTRUTTURAZIONE SULLA PELLE DEI LAVORATORI

Roma, 18 dicembre 2019 - "C'è la necessità urgente che i 400 milioni vengano immessi in cassa". Lo ha affermato il segretario nazionale della Filt Cgil Fabrizio Cuscito, in un'audizione su Alitalia alla Commissione Trasporti della Camera, aggiungendo che "gli ultimi due anni di commissariamento hanno messo in luce che la compagnia è sana e lo dimostra l'aumento dei ricavi". "Alitalia - ha detto il dirigente nazionale della Filt-Cgil- ha potenzialità per stare sul mercato. Il tema è che serve un investimento e la salvaguardia della compagnia nella sua integrità, comprese le attività di volo, manutenzione, handling ed information technology. E' fondamentale inoltre la presenza dello Stato che rappresenta la guida e l'elemento di garanzia per la realizzazione del futuro piano industriale e della tutela occupazionale della compagnia". "Non si pensi - ha affermato infine Cuscito - di fare ristrutturazioni sulla pelle dei lavoratori".

Fonte ANSA


martedì 17 dicembre 2019

FILT CGIL: RESOCONTO INCONTRO ALITALIA AL MISE

17 dicembre 2019 - Si è concluso da poche ore l’incontro sulla vertenza Alitalia presso il Ministero dello Sviluppo Economico alla presenza del Ministro Stefano Patuanelli, del nuovo Commissario Straordinario Avv. Giuseppe Leogrande e le delegazioni delle Organizzazioni Sindacali rappresentative in Alitalia.

Per la CGIL hanno partecipato il Segretario Generale Maurizio Landini, il Segretario Generale della FILT CGIL Stefano Malorgio e il Segretario Nazionale della FILT-CGIL Trasporto Aereo Fabrizio Cuscito.

Il Ministro Patuanelli pur ringraziando i tre Commissari Straordinari uscenti per il lavoro sin qui svolto, ha annunciato che il compito del Commissario Unico di Alitalia Giuseppe Leogrande sarà già da domani quello di migliorare il conto economico aziendale intervenendo tramite una razionalizzazione dei costi.

Il Ministro Patuanelli ha smentito che l’attuale Governo possa avere la volontà di svendere Alitalia a Lufthansa, la quale ha per ora solo offerto la disponibilità ad un eventuale accordo commerciale. Il Ministro ha specificato di essersi confrontato con l’Amministratore Delegato di Lufthansa solamente per una volta in occasione di un rapido incontro.

Il nuovo Commissario Unico Giuseppe Leogrande ha comunicato che il suo compito prevederà una ristrutturazione attraverso interventi mirati, dovendo per giunta affrontare sin da subito la difficile situazione di cassa e le criticità nella negoziazione dei leasing degli aerei. Il Commissario probabilmente sarà affiancato da alcuni innesti manageriali di sua fiducia.

Il Segretario Generale Maurizio Landini è intervenuto sostenendo che l’ingresso dello Stato nella futura compagine azionaria di Alitalia deve essere elemento di garanzia dell’intera operazione industriale e sarà necessario comprendere quali soggetti statali saranno interessati.

La ricerca del partner industriale, secondo Landini, deve avvenire in maniera chiara e trasparente conoscendo in modo dettagliato i piani dei potenziali acquirenti ed esplorando le specifiche opportunità offerte dalle diverse alleanze, non escludendo a priori alcuna opzione.

Per Landini non vi è alcun motivo di attuare misure di ristrutturazione volte a smembrare l’attuale Alitalia, bensì si deve valorizzare l’integrità del Gruppo, investendo sulla flotta attraverso il rinnovo dei leasing e l’aumento dei voli di lungo raggio.

La delegazione della CGIL si è resa disponibile al confronto, premettendo che i lavoratori di questa azienda hanno già dato molto in termini di costo del lavoro ed hanno un ruolo centrale dentro l’azienda, dimostrandolo con l’attaccamento al lavoro e ad Alitalia, contribuendo ai positivi risultati operativi di questi ultimi due anni. Non è comprensibile che venga disperso un così alto valore ad appannaggio della concorrenza straniera. Il costo del lavoro non è un motivo di discussione e non si può affrontare nell’ambito della ristrutturazione aziendale e della futura vendita della Compagnia.

Dopo l’intervento del Segretario Maurizio Landini, il Ministro Patuanelli ha affermato di non escludere a priori l’ipotetico ingresso del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) nel futuro consorzio di acquirenti, mentre è ancora presente l’interesse sia di Ferrovie dello Stato sia di Delta Airlines ad agire in qualità di partner industriali. E’ stato escluso invece un possibile ingresso di Atlantia nell’eventuale consorzio. Il Ministro ha poi confermato che non è il costo del personale che incrementa i costi aziendali, ma bisognerà intervenire altrove per risolvere i problemi di gestione finanziaria. Il Ministro ha riconosciuto quanto enunciato dal Segretario Generale Maurizio Landini, affermando che si dovranno tutelare i massimi livelli occupazionali per garantire il successo stesso di Alitalia.

Ovviamente in assenza di un chiaro indirizzo nella direzione dello sviluppo e dell’ascolto delle istanze dei lavoratori continueremo nella Mobilitazione che ha portato al successo dello sciopero del 13 dicembre.

Vi terremo aggiornati.

Dipartimento Nazionale Trasporto Aereo FILT-CGIL