lunedì 17 giugno 2019

CRITICITÀ SU GESTIONE PERSONALE E PARCO ROTABILE ATAC, DISAGI PER LAVORATORI E CITTADINI

Comunicato FILT CGIL, FIT CISL, UIL TRASPORTI e UGL FNA del Settore Tpl Roma e Lazio.

Le scriventi OO.SS., in relazione a quanto si osserva negli ultimi giorni, sono a denunciare la forte carenza del personale operativo e lo stato del parco rotabile della Società Atac Spa che, per l’ennesimo anno, risulta essere ridotta al limite del collasso e sta determinando una condizione di estremo disagio per i lavoratori e le lavoratrici nonché per la cittadinanza.

Siamo fortemente convinti che quanto sopra descritto sarebbe stato facilmente evitabile se non vi fosse stata una latitanza decisionale della proprietà in merito alla questione dei bus in affitto provenienti da Israele, che dovevano essere posti in esercizio già dal 30 di aprile e ancora inutilizzabili, e dei nuovi provenienti dalla gara Consip pronti, ma ancora inspiegabilmente bloccati così come l’inserimento di nuovo personale operativo, il cui mancato impiego per ampliamento della flotta e dell’organico, sta di fatto aumentando i livelli di tensione ed i casi di aggressione al personale di front-line, mettendo a rischio la sicurezza di lavoratori, lavoratrici e utenti.

Riteniamo che non sia più procrastinabile un’azione incisiva da parte della proprietà al fine di superare delle attuali criticità. Siamo fortemente preoccupati che quanto sopra denunciato possa condizionare il buon esito della fase di sviluppo del Piano Industriale.

Pertanto, se non verranno posti in essere immediati correttivi, ci vedremo costretti a mettere in campo tutte le azioni necessarie a garantire il diritto alla mobilità per i cittadini ed a tutelare i lavoratori e le lavoratrici di Atac Spa.

FITL CGIL Daniele Fuligni - FIT CISL Roberto Ricci - UILTRASPORTI LAZIO Gian Carlo Serafini - UGL FNA Lucio Valeri

venerdì 14 giugno 2019

COTRAL, SINDACATI: PIANO INDUSTRIALE AZIENDA “LACRIME E SANGUE”, BEN POCO DA FESTEGGIARE

“Oggi, al castello di Santa Severa, Cotral ha organizzato un buffet in occasione dell’esposizione ai quadri del piano industriale 2019-2021: per quanto ci riguarda, c’è ben poco da festeggiare. Invece di sottolineare la centralità dei suoi dipendenti, che con i loro sacrifici hanno fatto chiudere i conti dell’azienda con 30 milioni di utile, Cotral ha elaborato un piano ‘lacrime e sangue’ per i lavoratori”.
E’ quanto si legge in una nota dei Segretari Regionali del settore Tpl e Mobilità di Roma e Lazio di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Ugl Trasporti Lazio, Daniele Fuligni, Roberto Ricci e Lucio Valeri, e di Massimo Proietti, coordinatore Uiltrasporti settore Tpl e Mobilità di Roma e Lazio.
“A nostro avviso – spiegano i sindacalisti - il piano prevede numerosi elementi peggiorativi rispetto al passato: l’aumento dell’orario settimanale a 39 ore, la rivisitazione della contrattazione di secondo livello e dell’accordo sugli inidonei. A ciò si aggiunge la paventata impossibilità di finanziare il rinnovo della carta di qualificazione del conducente e l’unilaterale ordine di servizio con cui l’azienda impone ai dipendenti di effettuare la verifica del titolo di viaggio e il controllo a vista anche sulle linee più frequentate, scaricando sulle spalle dei lavoratori la responsabilità della lotta all’evasione per fare cassa”.
“Nel corso dei prossimi tavoli di confronto – concludono i sindacalisti – faremo sentire la nostra voce forte e chiara: negli ultimi anni Cotral è stata risanata grazie al senso di responsabilità dei lavoratori e dei loro rappresentanti sindacali. Adesso è giunta l’ora di raccogliere i frutti del rilancio: non è certo il momento di ripagare i lavoratori con decisioni peggiorative”.

giovedì 13 giugno 2019

LEGGE SUI RIDERS DEL LAZIO, GARANTITI DIRITTI E TUTELE

Via libera del Governo alla legge della Regione Lazio che norma il lavoro dei riders, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti spiega: “È un importante passo in avanti. Siamo stati i primi in Italia a realizzare una legge per i lavoratori digitali una sfida che abbiamo lanciato nel dibattito politico nazionale e nella quale abbiamo creduto sin dall’inizio, scegliendo con coraggio e grande determinazione, di intervenire per aiutare e dare dignità ai tanti lavoratori della Gig economy, come i rider. Questi lavoratori oggi hanno uno strumento, una legge regionale che li tutela e che dimostra che si può e si deve fare innovazione ma rispettando la sfera dei diritti dei lavoratori. Ora l’auspicio è che le Istituzioni lavorino per mettere in campo una nuova legislazione nazionale a tutela dei diritti dei lavoratori della Gig economy”. 

L’assessore al Lavoro e Nuovi diritti della Regione Lazio, Claudio Di Berardino dichiara: “È la testimonianza della validità del nostro testo, partiranno ora una serie di procedimenti attuativi per rendere concreti i diritti dedicati a chi lavora tramite piattaforma digitale, a cominciare dai rider. Questa categoria di lavoratori è rimasta priva di tutele fondamentali come l’infortunio sul lavoro, la malattia, la maternità, la formazione sulla sicurezza, una retribuzione frutto della contrattazione tra le parti sociali. Il Lazio si conferma apripista nel colmare una situazione di vuoto normativo per categorie di lavoratori sempre più numerosi e sempre più esposti a incidenti e forme di sfruttamento”.

La legge riconosce la tutela dei lavoratori in caso di infortunio sul lavoro e malattie professionali; si assicura la formazione in materia di sicurezza; si dispone a carico delle piattaforme l’assicurazione per infortuni, danni a terzi e spese di manutenzione per i mezzi di lavoro; si introducono norme sulla maternità e sulla previdenza sociale; si ribadisce il rifiuto del compenso a cottimo e si introduce un’indennità di prenotazione nel caso in cui il mancato svolgimento dell’attività di servizio non dipenda dalla volontà del lavoratore.

mercoledì 12 giugno 2019

ENNESIMA MORTE SUL LAVORO, DOMANI SCIOPERO TRASPORTO MERCI E LOGISTICA NEL LAZIO

Roma, 12 giugno 2019 - Questa mattina si è consumata l’ennesima tragedia sul lavoro. Un operaio addetto alla movimentazione merci è deceduto all’interno del magazzino DHL di Malpensa in seguito ad un trauma alla testa.

Nel nostro settore salgono tristemente a tre i decessi negli ultimi tre giorni, in quello che appare sempre più come un vero e proprio bollettino di guerra. Nell’esprimere la nostra vicinanza ai familiari ed ai colleghi della vittima, non possiamo tacere il sentimento di rabbia per quella che è diventata una situazione non più tollerabile. Riteniamo quanto più urgente e necessario agire con estrema priorità e determinazione sul fronte della sicurezza sul lavoro e raccogliamo il grido di aiuto che le migliaia di lavoratori del settore quotidianamente ci rivolgono.

Non è più rinviabile un intervento deciso delle Istituzioni per garantire a tutti i lavoratori dignità e sicurezza ed evitare che si consumino nuovamente tragedie come questa. Per questo motivo facendo seguito a quanto comunicato dalle Segreterie Nazionali Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti, dichiariamo per domani, 13 giugno 2019, su tutto il territorio della Regione Lazio, lo sciopero di un’ora, dalle 14,30 alle 15,30, di tutti i lavoratori del settore (trasporto merci e logistica).

Il Segretario Regionale Alessandro Antonelli

ATAC ASSUME: FILT CGIL ROMA E LAZIO, A BREVE I CORSI DI PREPARAZIONE ALL'ITER SELETTIVO

La società di gestione del trasporto pubblico locale nella città di Roma ATAC S.p.A. ha indetto una selezione per l'assunzione di 147 lavoratori in totale, suddivisi in operai infrastrutturali, operai rotabile e operai di superficie.

ATAC per lo svolgimento delle attività di selezione si avvarrà dell'Agenzia per il Lavoro “Generazione Vincente S.p.A”.

L’iscrizione alla selezione dovrà avvenire esclusivamente compilando l’apposito modulo /form on line disponibile sul sito lavoro.generazionevincente.it 

L’iscrizione alla selezione potrà avvenire esclusivamente dalle ore 00.01 del 12/06/2019 e fino alle ore 23.59 del 24.06.2019. Ciascun candidato potrà candidarsi per uno solo dei profili previsti scegliendo una sola specializzazione.

Non verranno prese per nessun motivo in considerazione le domande pervenute mediante canali/modalità diversi da quelli indicati.

Nel form on-line di iscrizione il candidato dovrà altresì indicare gli estremi identificativi della patente di guida B in corso di validità.

PROFILI RICERCATI:
  • PROFILO 1 OPERAI INFRASTRUTTURALI. Specializzazioni: Elettrotecnico, Elettronico ed Armatore ferroviario. Il candidato ideale dovrà intervenire, a livello esecutivo, nel processo di realizzazione e manutenzione degli impianti elettrici, elettromeccanici e della sede ferroviaria (massicciata e rotaie) delle metroferrovie con autonomia e responsabilità limitate a ciò che prevedono le procedure e le metodiche della sua operatività. L’operatore sarà impiegato per attività di manutenzione correttiva e programmata su turni fissi o rotativi.
  • PROFILO 2 OPERAI ROTABILI. Specializzazioni: Meccanico, Elettrotecnico ed Elettronico. Il candidato ideale svolgerà attività pratico-operative di installazione, manutenzione, verifica e revisione sul materiale rotabile ed a banco. Valuterà natura ed entità dei guasti eseguendo i necessari interventi di riparazione e/o sostituzione ed eseguendo eventuali successivi collaudi. L’operatore sarà impiegato per attività di manutenzione correttiva e programmata su turni fissi o rotativi.
  • PROFILO 3 OPERAI SUPERFICIE. Specializzazioni: Meccanico, Elettrotecnico e Carrozziere. Il candidato ideale svolgerà attività pratico-operative di manutenzione, verifica e revisione dei mezzi di trasporto di superficie (bus, tram, filobus). Valuterà natura ed entità dei guasti eseguendo i necessari interventi di riparazione e/o sostituzione ed eventuali successivi collaudi. Sarà in grado di eseguire diagnosi sulle varie tipologie di guasto ed avrà piena conoscenza in merito alle modalità di funzionamento dei principali complessivi dei mezzi di trasporto di superficie. L’operatore sarà impiegato per attività di manutenzione correttiva e programmata su turni fissi o rotativi, opererà in un contesto organizzato in base a modelli organizzativi stabiliti e/o comunque in via di nuova definizione.

Seguiteci quotidianamente perché a breve come FILT CGIL Roma e Lazio pubblicheremo le date e le modalità dei nostri corsi di preparazione.

ENNESIMA TRAGEDIA SUL LAVORO

Roma, 12 giugno 2019 - Questa mattina un operaio di 49 anni è morto, in seguito ad un trauma da schiacciamento, all'interno del magazzino di DHL Express di Malpensa.

Al momento cause e dinamiche dell'accaduto sono ancora da chiarire, ma resta il fatto che siamo di fronte all'ennesima morte sul lavoro. Le Segreterie Nazionali esprimono cordoglio e vicinanza alla famiglia e ai colleghi della vittima.

Siamo di fronte ad un vero e proprio bollettino di guerra: 3 morti sul lavoro in 3 giorni solo nei trasporti. Questa situazione è divenuta ormai insostenibile. Il lavoro va preservato da questa carneficina, anche perché la dignità delle persone che lavorano passa soprattutto attraverso il grado di sicurezza che deve esser loro garantito quale priorità assoluta.

Le istituzioni e il sistema delle imprese non possono continuare a far finta di nulla ed è necessario agire con determinazione sul fronte degli investimenti, dei controlli e in modo particolare sul fronte della cultura della sicurezza sul lavoro.

Per tali ragioni non è più rinviabile l'apertura di un tavolo istituzionale che coinvolga le Parti Sociali convocato congiuntamente dai Ministeri del Lavoro dei Trasporti e che metta all'ordine del giorno il monitoraggio, la prevenzione e le strategie per la sicurezza nei luoghi di lavoro.

Le Segreterie Nazionali dichiarano per domani, 13 giugno 2019, nell'arco delle 24 ore, uno sciopero nazionale di un'ora di tutto il settore (trasporto merci e logistica), le cui modalità saranno determinate a livello territoriale.

FILT CGIL - FIT CISL - UILTRASPORTI

martedì 11 giugno 2019

CONVEGNO FILLEA E FILT: PIÙ SICUREZZA SUL LAVORO, PIÙ SICUREZZA PER LA VIABILITÀ

Giovedì 13 giugno dalle 9.30, si terrà a Roma presso la sede nazionale di Fillea e Filt Cgil (Via Morgagni 27) l'iniziativa dal titolo “Più sicurezza sul lavoro, Più sicurezza per la viabilità. L’infortunio stradale non è sempre un incidente”.

L’iniziativa, organizzata da Fillea e Filt Cgil, è un’occasione per fare il punto, a quattro mesi dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, sulle principali novità presenti nel nuovo decreto ministeriale sulla sicurezza nei cantieri stradali e autostradali in presenza di traffico veicolare che si applica a tutti i gestori della rete stradale e autostradale nazionale, pubblica e privata e alle imprese appaltatrici, esecutrici o affidatarie che operano sulla medesima rete.

All’iniziativa interverranno oltre ai rappresentanti delle organizzazioni sindacali coinvolte, i rappresentanti dei Ministeri del Lavoro e dei Trasporti, della Polizia Stradale, dell’Inail e del coordinamento salute e sicurezza delle Regioni che hanno partecipato al tavolo tripartito attivato presso il Ministero del Lavoro.