SITUAZIONE ATAC E GARE TPL, BISOGNA PARLARE CHIARO

Roma 8 agosto 2017, Filt Cgil Roma Lazio, Fit Cisl e Uiltrasporti con Prot. N. 1252-un/2017, inviano  alla Sindaca di Roma Capitale, all'Assessora alla Città in Movimento di Roma Capitale e ad Atac S.p.A. la seguente lettera, avente come oggetto "Richiesta urgente incontro - situazione finanziaria ATAC e gare TPL".

Le scriventi OO.SS., alla luce dell'ennesimo cambio ai massimi vertici di Atac, preoccupate per le notizie di stampa che dipingono quotidianamente uno scenario sempre più tetro per tutto il TPL romano, intendono con la presente sollecitare un incontro presso l'Amministrazione Comunale.
La gestione manageriale di Atac ha caratterizzato un'instabilità pericolosa, che ora imostra i suoi risvolti: ciascun dirigente aziendale che si è succeduto ha proposto cure e ricette personali, alle quali non si è mai dato seguito.

La situazione finanziaria dell'Azienda, a noi descritta esclusivamente attraverso gli organi di stampa e neanche affrontata nel merito durante i due incontri avvenuti tra l'assessore e le nostre confederazioni, pare essere in default e in condizioni irrecuperabili, riteniamo di trovarci di fronte ad un allarmante paradosso, frutto di decisioni paventate dai vertici di alcuni partiti e movimenti politici: sembra infatti trovare una sempre maggior condivisione il percorso del concordato in continuità. Se le notizie apparse dovessero essere confermate, risulta essere inconcepibile come tali decisioni delicate possano essere prese da un giorno all'altro, senza un approfondito studio tecnico che preveda una necessaria interlocuzione con oltre 11.000 dipendenti, rappresentati dalle proprie OO.SS.

Preoccupano altrettanto le dichiarazioni apparse su un possibile spacchettamento in settori, come l'assordante silenzio dell'Azienda in merito al cosiddetto "lodo Roma TPL": decine di milioni di euro che faranno la differenza per il futuro finanziario di Atac e di Roma TPL, qualora vengano considerati solo un problema di Atac.

Chiediamo all'Amministrazione Capitolina di comprendere l'assoluta necessità di aprire un tavolo di confronto con le OO.SS. Scriventi, al fine di informare le stesse in modo formale sulle reali condizioni in cui versa l'azienda, nonchè di rendere esplicita e fattiva la volontà più volte dichiarato, di mantenere l'azienda ATAC pubblica e di rendere noto il progetto futuro per il TPL Romano.

Certi che l'Amministrazione non si sottrarrà aò confronto finalizzato al rispetto di lavoratori e cittadini, porgiamo Distinti Saluti.
Categoria: