RYANAIR, SCIOPERO DEI PILOTI IN CINQUE PAESI

Proclamato per oggi lo sciopero di 24 ore dei piloti di volo Ryanair in Irlanda, Svezia, Belgio, Olanda e Germania, le ragioni dello sciopero: migliori condizioni contrattuali e retribuzioni più elevate.

Lo sciopero ha comportato la cancellazione di quasi 400 voli (250 da e per la Germania e 146 negli altri Paesi) su 2.400 voli in Europa, a cui potrebbero aggiungersi quelli da e per l’Olanda. I passeggeri coinvolti sono stimati in oltre 55 mila, di cui 42 mila in Germania. Ryanair ha assicurato ai viaggiatori di poter cambiare il biglietto gratuitamente.

Lo sciopero di oggi segue le proteste del 25 e 26 luglio dei piloti italiani, irlandesi, belga, spagnoli e portoghesi, che ha causato la cancellazione di circa 600 voli di cui 160 in Italia, coinvolgendo circa 100 mila passeggeri.

I piloti italiani hanno anticipato la protesta poichè nel nostro Paese non si può scioperare nel periodo estivo, fino al primo settembre: «Avremmo aderito volentieri allo sciopero europeo di oggi - spiega Fabrizio Cuscito, coordinatore nazionale del trasporto aereo della Filt Cgil - ma è stato comunque un successo enorme». La richiesta dei sindacati - sottolinea Cuscito - è di avere «per tutti i piloti Ryanair, che in parte sono assunti da agenzie interinali, il medesimo contratto collettivo; inoltre, diritti in materia di welfare e la libertà di potersi iscrivere al sindacato».
Categoria: