ALITALIA: FILT CGIL, SEMPRE PIÙ URGENTE NUOVO INCONTRO AL MISE

Roma 25 ottobre – “Serve sempre più urgentemente, come promesso, la convocazione presso il Ministero dello Sviluppo Economico, perché è tempo di soluzioni tangibili per la nostra compagnia di bandiera”. È quanto chiede in merito ad Alitalia il coordinatore nazionale del trasporto aereo della Filt Cgil, Fabrizio Cuscito, sottolineando che “mancano pochi giorni al termine di scadenza del bando per le offerte vincolanti e ancora non abbiamo risposte sul futuro della compagnia, sul piano industriale e sui perimetri occupazionali”.

“Successivamente all’incontro presso il Ministero dello Sviluppo Economico dello scorso 12 ottobre – ricorda il dirigente nazionale della Filt Cgil – il Ministro Di Maio aveva promesso un tavolo permanente sulla questione Alitalia, in realtà, dopo più di dieci giorni, ancora non sono state riconvocate le parti sociali. Allo stesso tempo dalle dichiarazioni del Ministro apprendiamo che una soluzione sarebbe vicina e se così fosse la vorremmo conoscere per poterla valutare e capirne le ricadute sul mondo del lavoro”.

Inoltre lunedì prossimo, il 29 – prosegue Cuscito – siamo convocati, insieme ad Alitalia, presso il Ministero del Lavoro per la procedura di cassa integrazione che riguarda 1570 lavoratori ai quali sarà difficile dare risposte senza un quadro chiaro sul futuro di Alitalia. Servono risposte certe – chiede infine il dirigente nazionale della Filt – su come sarà composta la proprietà della nuova Alitalia, che parte avrà la gestione pubblica, quale sarà il partner industriale straniero, quali gli investimenti e soprattutto cosa accadrà ai circa 11 mila dipendenti ed alle loro famiglie”.
Categoria: