APERTURA STATO DI AGITAZIONE E PROCLAMAZIONE DI SCIOPERO

Le scriventi OO.SS. Esprimono grande preoccupazione per quanto sta avvenendo nel Porto di Civitavecchia.

I noti fatti di questi ultimi giorni, mettendo a repentaglio un traffico importante da 140.000 tonnellate annue, quello della frutta esotica, sommati a tutte le altre gravi criticità dell’ultimo anno, ci fanno affermare con certezza la debolezza del Sistema Portuale di Civitavecchia.

Nella giornata di giovedì 8 Novembre la nave destinata a tale traffico non ha fatto scalo a Civitavecchia, dirottando l'intero carico su Livorno. Un porto che respinge traffici non solo mette in difficoltà la singola azienda, ma compromette la capacità e lo sviluppo di un intero Sistema.

Le scriventi auspicano una soluzione a breve della annosa vicenda commerciale tra i soggetti; i lavoratori non possono pagare in nessun modo questa mala gestione e l’assenza dell’istituzione cardine, l’Autorità di Sistema Portuale (di seguito AdSP). È infatti compito della AdSP favorire gli accordi tra le parti e, laddove ciò non accada, agire direttamente per Salvaguardare il Porto e la sua occupazione. 

Pertanto, nel pieno rispetto della normativa vigente e del CCNL di  riferimento, si dichiara lo stato di agitazione dalla giornata odierna e si  proclama lo Sciopero Generale del Porto per il giorno Giovedì 22 Novembre  2018. La presente viene inviata agli assessorati al Lavoro, alle attività  produttive e ai Trasporti con la richiesta di convocazione di un tavolo di crisi,  così come già avvenuto i primi di Agosto. 

Distinti saluti. 

FILT CGIL A. Manicone - A. Borgioni
UILTRASPORTI  Gennaro Gallo
Categoria: